posizione del cobra bhujangasana

Posizione del cobra bhujangasana

POSIZIONE DEL COBRA BHUJANGASANA

Anche questa posizione è abbastanza popolare ma troppo spesso la vediamo fatta male e senza le giuste precauzioni, scopriamo quindi come farla,ma anche significato, origini e filosofia.

COSA SIGNIFICA BHUJANGASANA
In sanscrito, bhujanga significa “serpente” (dalla radice bhuj “piegare”) e asana significa “posizione”. Bhujangasana può quindi essere tradotta letteralmente come la “posizione del serpente”, ma più comunemente è conosciuta come la “posizione del cobra”, perché la postura della testa, del torso e delle braccia richiamano  la forma di un cobra.

PRECAUZIONI PER FARE BHUJANGASANA

Questa posizione ha numerosi benefici ma anche qualche controindicazione ad esempio se soffri di ipertiroidismo grave, ti consigliamo di non piegare la testa all’indietro, ma di mantenere collo e testa allineati con la colonna vertebrale. In questo maniera si evita di esercitare troppa pressione nella zona della tiroide.
Questa posizione è controindicata anche nel caso si abbiano ernie inguinali, addominali od ombelicali, oppure se  si soffre di mal posizionamento dei dischi cartilaginei intervertebrali o scivolamenti delle vertebre dall’asse.

COME FARE BHUJANGASANA

  • Distenditi a pancia in giù sul tappetino e posiziona i palmi delle mani a terra all’altezza delle spalle.
  • Tieni le gambe distese, con il collo del piede appoggiato al tappetino.
  • Rilassa tutti i muscoli completamente.
  • Allarga le dita delle mani per aumentare la base di appoggio e, con una profonda inalazione, inizia ad allungare le braccia e a inarcare la schiena per sollevare da terra il torace. Se possibile, estendi completamente le braccia, ma senza iperestendere le articolazioni dei gomiti.
  • Rilassa i muscoli delle natiche, il peso del torace infatti deve essere sostenuto solamente dalle braccia.
  • Solleva e punta in avanti la zona dello sterno per aprire ancora di più il torace.
  • Rilassa le scapole verso il basso. In questo modo l’inarcamento della schiena sarà distribuito in modo omogeneo lungo tutta la colonna vertebrale.
  • Mantieni la zona pelvica appoggiata al suolo.
  • Piega la testa all’indietro, senza sforzare troppo il collo e mantenendo le spalle rilassate e lontano dalle orecchie.

A questo punto sei nella posizione del cobra.  Respira normalmente e resta nella posizione fino a quando riesci a mantenere un buon equilibrio tra rilassamento e sforzo, di solito almeno 40 secondi.

COME USCIRE DALLA POSIZIONE DEL COBRA

Come ben sai nello yoga è tanto importare il modo in cui si entra quanto quello in cui si esce.

Per uscire dalla posizione, con una lenta espirazione, riporta la testa in avanti e inizia, con calma e progressivamente, a piegare i gomiti per avvicinare il torace a terra.
Appoggia alla fine la fronte sul tappetino e rilassati per un minuto poi vai in controposizione.

BENEFICI DELLA POSIZIONE DEL COBRA :BHUJANGASANA

Questa posizione come abbiamo già detto ha numerosi benefici riportati anche dagli antichi testi yoga, ed infatti è sempre inserito nenie primi livelli di formazione.

Vediamo alcuni benefici:
-Aumenta la flessibilità della colonna vertebrale e lo sviluppo dei muscoli della schiena.

-Tonifica e regola l’attività della ghiandola tiroidea e delle ghiandole surrenali

-Riduce la costipazione e la flatulenza

-Allevia i dolori alla schiena –

-Migliora i disturbi della colonna vertebrale (come l’ipercifosi)

-Regola l’appetito

-Attiva la circolazione sanguigna, sopratutto a livello degli organi addominali

-Contribuisce a migliorare amenorrea e dismenorrea e a regolarizzare il ciclo mestruale

-Riduce la sintomatologia in certe forme di reumatismo.

Dunque che dire di più? Approfondisci con altre posizioni.

Comments 2

  1. Mirko
    13 marzo 2018

    A me viene consigliato di contrarre i glutei per non interessare troppo la zona lombare, qui si dice di tenere rilassata la muscolatura dei glutei..

    1. Staff
      21 giugno 2018

      Buonasera e grazie per averci scritto, in realtà ci sono due scuole di pensiero,la tradizionale ad esempio dell Ananda yoga consiglia di contrarre i glutei e attivare così anche la parte bassa , in realtà in questa maniera si previene e si tutela un po’ la fascia lombare ma non la si fortifica, l altra scuola dice di rilassare i glutei e considera la posizione del cobra fortificante, serve cioè a costruire e rafforzare la fascia lombare; se soffre di dolori in quella zona allora è meglio contrarre i glutei per non affaticare troppo, ma se vuole rafforzare, quando i dolori non ci sono e non ha alcuna tensione, allora può rilassare e piano piano fortificare. Spero di essere stata di aiuto. Alla prossima.

Scrivi un commento