malsana posizione della ghirlanda

Come si fa Malasana posizione della ghirlanda

COME SI FA MALASANA POSIZIONE DELLA GHIRLANDA!

La parola malasana in sanscrito è comunemente usato per riferirsi a diversi tipi di posizioni accucciate:
la più famosa che viene chiamata anche come upavesasana, consiste nel comune squat a gambe allargate, con i piedi distanziati tra loro, i palmi delle mani congiunti davanti al petto e il busto eretto, simile alla posizione naturalmente assunta per defecare.
Comunque malsana, viene tradotta come “la posizione della ghirlanda”, indica cioè una posizione accucciata ma con i piedi mantenuti uniti tra loro, il busto piegato in avanti tra le gambe e con le mani che afferrano i talloni  oppure con le mani che si afferrano tra di loro dietro la schiena, quest’ultima conosciuta anche come kanchyasana, “la posizione della cintura dorata”.
Ci sono quindi diverse traduzioni della parola e diverse varianti della posizione stessa, noi oggi ne andiamo a vedere una, quella più comune alle varie scuole di yoga, che secondo Iyengar è la traduzione più corretta  riferendosi appunto alla descrizione di malsana come alla posizione della ghirlanda.

COME SI FA MALASANA POSIZIONE DELLA GHIRLANDA

  • Siedi in Dandasana(BASTONE) sul tappetino.
  • Piega le ginocchia una alla volta, fino a che le ginocchia puntano verso il soffitto e i polpacci si appoggiano al retro delle cosce.
  • Porta il torace in avanti per sollevare il fondoschiena. Appoggia il peso sulla pianta dei piedi, accucciandoti.
  • Mantieni i talloni appoggiati a terra se riesci.
  • Prova a separare le cosce che dovrebbero essere leggermente più larghe del busto.
  • Espira, porta il busto in avanti tra le cosce.
  • Allunga la colonna vertebrale e cerca di mantenerla in linea.
  • Allungati fino a che la fronte si avvicina a terra, se riesci appoggiala a terra o utilizza una coperta per sostenerla.
  • Premi i gomiti contro l’interno delle ginocchia per allargare di più le cosce e avvicina i palmi delle mani in Anjali Mudra.
  • Premi l’interno coscia contro i lati del busto, allunga le braccia e poi portale ai lati esterni e stringi i polpacci sotto le ascelle.
  • Premi le dita a terra o avvolgile dall’esterno attorno alle caviglie e afferrati il retro dei talloni.
  • Mantieni questa fino a che riesci a bilanciare sia lo sforzo che il rilassamento, per almeno 30 secondi.
  • Respira lentamente.
  • Per uscire inspira, solleva il busto, siediti a terra e allunga nuovamente le gambe.

BENEFICI DI MALASANA

vediamo ora i benefici di malsana, e ricordiamo che questa posizione è controindicata  si soffre di lombalgia o  problemi alle articolazioni del ginocchio, delle anche e della caviglia.

BENEFICI DI MALASANA

  • Distende la colonna vertebrale e i muscoli della schiena e del collo.
  • Tonifica la parete addominale i muscoli delle gambe.
  • Allunga i muscoli e fortifica le articolazioni delle caviglie, delle ginocchia e della schiena.
  • Aiuta a sciogliere le articolazioni delle anche e del bacino, distendendo i muscoli del pavimento pelvico.
  • Aiuta a eliminare le scorie.
  • Calma e tranquillizza la mente.
  • Migliora la digestione, massaggiando gli organi addominali interni.

Se vuoi approfondire vai alla sezione yoga dove troverai tutti gli articoli relativi alle posizioni.

Se vuoi poi una guida con tutte le principali posizioni vai alla GUIDA specifica.

 

Scrivi un commento