come curare la dermatite seborroica

Capelli come curare la dermatite seborroica

Come curare la dermatite seborroica, che cos’è e come difendersi e soprattutto come mantenere i capelli sani!

La dermatite seborroica è una condizione abbastanza comune, che colpisce principalmente il cuoio capelluto ma non solo;  è caratterizzata da infiammazione della zona interessata ed arrossamento, e un fastidioso prurito. La dermatite seborroica consiste nella perdita di squame untuose, causata da un fungo, chiamato Malassezia furfur, che provoca irritazione della pelle. Le cellule, in seguito allo sfaldamento accelerato a cui sono sottoposte, cominciano a produrre squame, che diventano delle crosticine.

dermatite3Inoltre, in molti casi, le squamette untuose sono associate ad altre manifestazioni cutanee come follicolite ed eritema.
La dermatite seborroica è una malattia cronica ed oltre tutto recidivante ossia ritorna e oltre al cuoio capelluto può colpire sopracciglia, orecchie, e anche le zone inguinali. In realtà però la maggior parte dei casi viene colpito il cuoio capelluto che è l’ambiente perfetto per questo fungo poiché il grasso (sebo) alterato è un ambiente idoneo, anche i neonati ne possono soffrire e in questo caso viene chiamato crosta lattea.

 

 

CAUSE E FATTORI SCATENANTI

In realtà poco o nulla si sa di certo sulle cause ma ci sono molti elementi considerati fattori di rischio:

  • predisposizione genetica
  • Stress, vita frenetica, variazioni dell’umore
  • Variazioni ormonali
  • Utilizzo di corticosteroidi
  • Patologie a carico del sistema immunitario
  • Fattori climatici predisponenti (caldo eccessivo, umidità)
  • Scarsa igiene
  • Detersione con agenti irritanti
  • tricotillomania (mania di toccare in continuazione i capelli)
  • l’utilizzo esagerato di piastre potrebbero concorrere alla formazione della dermatite seborroica, così come la tendenza a spazzolarsi molte volte i capelli.

RIMEDI PER CURARE LA DERMATITE SEBORROICA

Pur non essendoci dei farmaci o delle cure che risolvono definitivamente il problema esistono dei rimedi quanto meno per contrastarla e si consiglia l’utilizzo di prodotti specifici per capelli, che esercitano la propria azione inibendo la proliferazione e la crescita del fungo; per quanto riguarda gli shampoo dovrebbero contenere dei principi attivi volti a sfiammare la zona interessata.

Spesso la dermatite seborroica è anche accompagnata dalla caduta dei capelli e in questo caso sarebbe opportuno applicare delle lozioni per contrastare la miniaturizzazione dei follicoli: infatti, l’eccesso di produzione tende a “schiacciare” il bulbo pilifero, di conseguenza il capello cade.

RIMEDI NATURALI

Esistono ovviamente anche dei rimedi naturali per alleviare la dermatite seborroica, che agiscono come antinfiammatori e soprattutto come regolatori del sebo, ad esempio si può fare una pomata con le seguenti piante:

Olio di borragine (Borago officinalis): che”ravviva” la cute danneggiata, grazie alla presenza dell’acido linoleico e gamma linolenico. E’ inoltre utile nelle affezioni cutanee in genere, soprattutto nelle manifestazioni allergiche; è adatto anche per formulazioni che calmano il prurito derivato da dermatite seborroica. (può essere sostituito anche dall’olio di mandorle dolci)
-Echinacea (Echinacea pallida): grazie all’abbondante quantità di echinacoside e composti di derivazione fenil-propanoidica (acido caffeico, chinico, cinnamico) questa pianta è nota anche per le sue capacità antibatteriche ed antimicrobiche.
-Incenso: deriva da piante appartenenti al genere Boswellia. Anche se si pensa all incenso solo per culti religiosi in realtà ha proprietà antimicrobiche, stimolanti e rivitalizzanti. Inoltre, è usata come cicatrizzante ed immunostimolante, potenzia infatti le attività dall’echinacea.
-Iperico (Hypericum perforatum) :ha una forte attività cicatrizzante-vulneraria. In particolare, gli antrachinoni presenti stimolano l’attività cicatrizzante (ipericina), mentre i flavonoidi riparano il danno a livello cutaneo, ed i tannini esprimono attività antisettica.

Per alleviare la dermatite seborroica sono utili anche opercoli naturali, ossia un prodotto naturale formulato per l’interno, da ingerire per curare proprio l’organismo dall’ interno, poichè l’organismo ha la necessità di essere depurato dalle scorie e dalle tossine, quindi un prodotto a base di tarassaco, fumaria e bardana così da completare la funzione della pomata.

Il Tarassaco  ha proprietà depurative della pelle e quindi serve a contrastare le impurità.
 -La Fumaria  ha proprietà antiallergiche ed antinfiammatorie e proprietà toniche-depurative, essendo poi anche diuretica risulta essere importante a livello renale e biliare. Va fatta però attenzione in quanto la fumaria, pur non presentando gravi effetti collaterali, dovrebbe essere evitato in gravidanza ed allattamento; e inoltre i soggetti che soffrono di pressione bassa dovrebbero evitare l’assunzione di preparati erboristici contenenti fumaria.
La Bardana favorisce la corretta fisiologia della pelle, grazie alle proprietà depurative e decongestionanti e stimola la funzionalità epatica e pancreatica, favorendo la digestione.

DERMATITE ED ALIMENTAZIONE

L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale per la dermatite seborroica un po’ come per tutti i disturbi dermatologici e cutanei di lieve entità, e infatti  un regime alimentare ricco di grassi saturi e zuccheri potrebbe, in qualche modo, potenziare la condizione, è quindi consigliato consumare pesce azzurro, ricco di acidi grassi polinsaturi (omega 3, in particolare), che aiutano in parte, ad alleviare il problema.

UNA CATTIVA ABITUDINE

Solitamente, chi è affetto da dermatite seborroica ha l’abitudine di accarezzarsi continuamente i capelli, o di grattarsi, un vizio assolutamente dannoso per i capelli, in effetti per quanto le mani possano essere pulite, uno strato di grasso naturale è sempre presente e di conseguenza toccando i capelli con le mani, il grasso vi si trasferisce e il risultato sarà un ulteriore appesantimento dei capelli. Questa abitudine quindi peggiora la dermatite o addirittura lo favorisce.

 

Leggi anche come buttare  fuori un po’ di tossine grazie ad un menù specifico.

Scopri come puoi migliorare la tua alimentazione e la tua vita con un metodo semplice ed innovativo.

 

Comments 5

  1. Armanda
    7 maggio 2018

    Solo le informazioni che stavo cercando, grazie!

  2. Gaia
    14 gennaio 2019

    Ciao,Il primo allarme è stato a febbraio dell’anno scorso quando per ben 4 mesi consecutivi mi cascavano ciocche di capelli,ora la situazione è migliorata i capelli sono cresciuti ma io faccio piastre una volta si una volta no,ma ho la costante paura che i capelli possano ricadere,come posso fare a farmi la piastra senza far cascare i capelli? A presto 😉

    1. Staff
      17 gennaio 2019

      Buonasera e grazie del tuo commento, senz altro la prima regola dovrebbe essere quella di comprare una buona piastra ossia di qualità eccellente, la seconda di usare prodotti di qualità e ancora e vale un po’ per tutto,meglio non esagerare mai e quindi sarebbe il caso di alternare periodi magari senza piastra.

  3. Barbara
    25 gennaio 2019

    La dermatite seborroica secca lo stelo capillare?

    1. Staff
      3 febbraio 2019

      Gentile Barbara, in realtà la dermatite secca la cute e non anche lo stelo che spesso risulta addirittura grasso.

Scrivi un commento